Home
Pesaro Cultura
Siete qui: Home > Da vedere > Edifici storici e Monumenti > Rocca Costanza

Rocca Costanza

Rocca Costanza

Costruita da Costanzo Sforza fra il 1474 e il 1483, Rocca Costanza costituisce la più importante opera di fortificazione della città.

Il progetto è iniziato dall’ingegnere Giorgio Marchesi da Settignano e affidato dopo pochi mesi ad altri, forse a Luciano Laurana. Il contratto del 12 febbraio 1479 (per la fornitura di alcuni materiali) è l’ultimo documento in cui viene nominato l’architetto, che muore in quello stesso anno.

I lavori proseguono sotto la guida di Cherubino da Milano, anche se rallentati per la peste che imperversa a Pesaro. Il 28 ottobre 1500 Cesare Borgia occupa la città, destituisce Giovanni, figlio naturale di Costanzo, e fa confluire nel fossato della rocca l’acqua dell’Adriatico, forse su consiglio di Leonardo da Vinci, suo ingegnere militare.

Ristabilito il dominio sforzesco, nel 1503 Giovanni completa l’opera del fossato iniziata dal Borgia; a lui si deve anche la sistemazione delle residenze e il restauro complessivo. Morto Giovanni nel 1510, la rocca viene ceduta nel 1513 dal fratello Galeazzo a Francesco Maria I Della Rovere, già duca di Urbino e nuovo signore di Pesaro.

L’edificio subisce un ulteriore restauro nel 1657 dopo la devoluzione del ducato alla Stato Pontificio. Trasformata in carcere nel 1864, la rocca è stata ‘liberata’ da questa funzione nel 1989 e ora è sede estiva di eventi culturali anche legati al Rossini Opera Festival.

 

sintesi tratta da: Federica Tesini, Pesaro. Itinerari di una città d’arte, Pesaro, Arti Grafiche Pesaresi Editore, 2009, p. 18

 

piazzale Matteotti
proprietà demaniale

modalità d’ingresso aperta in occasione di eventi culturali

accesso disabili

tel 0721 69341 Centro Iat Pesaro

info@turismo.pesarourbino.it