portale della cultura del Comune di Pesaro
fiori
Lo scaffale dei versiLo scaffale dei versi
sabato 25 novembre 2017

"L'om e la cerqua", racconti riproposti in pillole

Con un libro intitolato "L'om e la cerqua", Carlo Pagnini ha pubblicato diversi racconti che saranno gradualmente inseriti in questo portale. A questi testi verrà a breve allegato anche il relativo file audio.

La pió bela del mond

Pió d’una volta, parland sa i “forestîr” de Muraja, de Sorìa o de Santa Veneranda, a m’ sò sentid a dì che i Bsares inn’è ‘na gran bela raza mo, me, ann’ò mèi fatt ‘na piga parchè a so’ d’ Pantèn.
Anzi, par non fè nascia nisciun dubbi, a i ò sempre détt ma tutti che, me, a so’ nèd in via Carlo Pisacane e pó a so’ gid a stè in Via dla Fonderia. In tel centre del borgh. A pochi pass da la piazétta dla coperativa “Ventot otobre”: arbatezèda Rosolino Pilo che, a di’ la verità, ann’ò mèi capid propi tant ben co’ l’è ch’el c’entra, stó, sa i pantanés. L’è nèd a Palermo in tel 1820, in do’ ch’ l’à fatt la rivoluzion, l’à organizèd in tel ’60 le squèdre armèd par aspetè ma Garibaldi dop del sbarch di mélla e l’à fondèd el Partid d’azion sempre in Sicilia.
Se un come ló l’à meritèd el nom dla piaza principèl d’ Pantèn  ma me i m’avria da considerè un pantanés de nom e de fatt. Invec qualdun i vo’ dì ch’an poss avé tant pretes parchè mi’ mèdra la i era dla Tomba (la i è nèda in t’una chèsa tra Pozz alt e Pozz bass) e mi’ pèdre d’ San Pitre (sóra el lavador), donca…
In pió i dic ch’a parle un dialétt mezz bastard, ch’ a so’ sempre cuntent un gran bel po’ da essa nèd, ch’ an me pièc ‘na mucchia da critichè tutt quell ch’ fà j atre, ch’ a voj ben ma la gent senza gì cercand da savé com i la pensa, quante sold i à, da do’ è ch’i vèn, co’ i và cercand, s’i è istruid o no… In poch parol an m’asméj gnanca una muliga ma un pantanés e ancora d’ manch ma un bsarés de chi véra.
Par quest an me poss condiderè par gnent de raza pura.
Comunque me a lasc dì ma tutti quell ch’i vó tant, dentra de me a so’ sigur da essa nèd e visud a Pantèn e a so’ convint che Pesre l’è la mi’ cità: la pió bela del mond!

Il dialogo tra il vino e l'acqua

Ogni pesarese sa bene che il bellissimo "Dialogo fra il vino e l'acqua" è il capolavoro di Odoardo Giansanti, il popolare poeta Pasqualon, al quale proprio ora, a cento anni dalla composizione di quell'opera in dialetto pesarese, si mobilita la città per erigere un monumento. E' un dialogo arioso dal respiro insolitamente lirico che si conclude con un invito alla pace tra le classi sociali e che si inserisce nel solco di una tradizione popolare prevalentemente orale che ha le sue remote origini nella giulleria medioevale. E' un'opera poetica cioè, lontanissima dai socialmente impegnati contrasti tra contadino e padrone del romagnolo Giustiniano Villa, il Tirteo dei contadini riminesi a cui tuttavia il nostro Giansanti deve la sua vernacolare metrica zirudellesca. [Gilberto Lisotti]

[la lettura prosegue sul sito de "Lo specchio della città"]

"Un giorno da sindaco" - spunti audio

[Download] 1/4 Un giorno da Sindaco - Giunta

Mercoledì 21 Dicembre 2011, mattino. Consegna della fascia tricolore dal sindaco Luca Ceriscioli a Carlo Pagnini e inizio della seduta di giunta. Discussione di tre punti all'ordine del giorno riguardanti il patrimonio dialettale pesarese.

[Download] 2/4 Un giorno da Sindaco - Incontro personalità

Mercoledì 21 Dicembre 2011, pomeriggio. Incontro nella sala del Consiglio comunale con alcune personalità rappresentative di istituzioni, imprese e volontariato, con le quali il “Sindaco per un giorno” Carlo Pagnini ragiona dei problemi della città e della collaborazione con l’Amministrazione comunale.

[Download] 3/4 Un giorno da Sindaco - Conferenza stampa

Conferenza stampa conclusiva nella sala del Consiglio comunale con spiegazione della giornata da parte di Carlo Pagnini e suo contributo personale sul significato dell'iniziativa. Cerimonia riconsegna della fascia e omaggio, da parte del Sindaco Luca Ceriscioli, di una fascia tricolore con dedica del primo cittadino e firme autografe della giunta a memoria della giornata.

[Download] 4/4 Un giorno da Sindaco - Poesia

Mercoledì 21 Dicembre 2011, sera. Carlo Pagnini recita la poesia "Quei dla piaza principel".

Comune di Pesaro - Assessorato alla Bellezza via Rossini 37 - Contatti - Credits - Amministrazione Trasparente - Cookie policy - Copyright © 2010-2017 - P .iva: 00272430414