Home
Pesaro Culture
You are here: Home > Pesaro Scrive > Archivio > Alessandro Baronciani

Profilo biografico

Nato nel 1976, Alessandro Baronciani vive e lavora tra Pesaro e Milano come art director per agenzie pubblicitarie(è stato anche regista di spot a cartoni animati per diverse aziende importanti) e illustratore. E fa fumetti, tanto da essere uno dei talenti più interessanti del panorama italiano. Ha iniziato a farsi conoscere autoproducendo albetti fotocopiati che spediva tramite posta alle persone che si abbonavano - e gli abbonati diventavano parte delle storie che disegnava -, fino a raggiungere un pubblico sempre più vasto. Un esperimento mai visto prima nel settore, tanto da diventare un piccolo caso editoriale nel mondo del fumetto e un traguardo straordinario per un’esperienza di auto-produzione. Queste storie sono state poi raccolte nel volume Una storia a fumetti pubblicato nel 2006 da Black Velvet Editrice, casa editrice che in seguito ha pubblicato anche i romanzi a fumetti Quando tutto diventò blu e Le ragazze dello studio Munari. Ha lavorato per libri per bambini pubblicati da Mondadori, Feltrinelli e Rizzoli, casa editrice quest’ultima che ha anche pubblicato il suo primo libro, Mi ricci! L'amore ai tempi del T9, completamente pensato, scritto e illustrato da lui. Ha pubblicato illustrazioni in numerose riviste e lavora anche come grafico per case discografiche quali Universal, Mezcal e La Tempesta, firmando le copertine di gruppi e cantautori come Bugo, Perturbazione, Tre Allegri Ragazzi Morti, nonché la punk band di culto Altro, in cui suona la chitarra e canta. Ha una rubrica a fumetti sulla storia della musica su “Rumore magazine”. Dice: «I fumetti li disegno in treno, nel tragitto Pesaro/Milano. I fumetti sono la mia passione. Mi piace disegnarli perché mi piace raccontare storie. Raccontare storie vuol dire anche poterle inventare. Nel senso che molte volte me le invento. Anche se parto da cose vere. I miei amici lo sanno che si, insomma, alle volte, le sparo grosse…». Premiato nel 2011 sia al Napoli Comicon che a Treviso Comics per Le ragazze nello studio di Munari, Baronciani è un autore e illustratore che in questi anni si è distinto per il suo tratto essenziale ed elegante e per la notevole attenzione per i sentimenti. Raccolta 1992 - 2012 è il suo nuovo libro a fumetti, un corposo volumetto di oltre trecentocinquanta pagine per i tipi Bao Publishing che contiene tante storie brevi. Pesaro, la sua città, è importante; soprattutto il mare, che spesso ricorre nelle sue storie. Dice: «Il mare è una cosa che non finisce mai. Di certo è un limite. Un confine. Ma anche un orizzonte, e a me gli orizzonti piacciono. E poi ho questa idea molto malinconica dell'Adriatico che è un mare senza tramonto. D'estate c'è, si e no, soltanto nelle due settimane centrali d'agosto per poi ritornare dietro le colline. A Pesaro si vedono soltanto le albe. Che sono bellissime sul mare. La tratta Pesaro-Ancona in treno sul mare toglie il fiato all'alba».

 

Torna a Alessandro Baronciani